Accedi Registrati gratis

Il trucco fiscale che potrebbe aiutare Cristiano a tornare al Real

Il trucco fiscale che potrebbe aiutare Cristiano a tornare al Real

Le voci sul possibile ritorno di Cristiano Ronaldo al Real Madrid in estate non si fermano. Il fuoriclasse della Juventus è stato criticato dopo la deludente retrocessione della "vecchia signora" dalla Champions League. La Juventus ha perso contro il Porto agli ottavi di gara.

Per il Real Madrid, attirare Ronaldo può essere un compito difficile, e il motivo sono le tasse elevate in Spagna.

"In Italia, Ronaldo beneficia di un regime fiscale speciale", ha detto l'avvocato Tony Roca.

Ronaldo non è andato in Italia per caso. Dei primi cinque campionati europei di calcio, il sistema fiscale in Italia è il più favorevole per i calciatori.

Secondo Roca, il fisco italiano incassa circa 225mila euro all'anno dagli utili di Ronaldo. Il portoghese prende circa 40 milioni di euro ogni stagione alla Juventus. In Spagna, l'importo sarebbe molto più alto.

In Spagna, per uno stipendio annuo di 40 milioni, Ronaldo pagherà tasse 100 volte più alte. Ciò significa che invece di 225mila euro, pagherà 20 milioni di euro di tasse. La cifra di 20 milioni è solo una tassazione del suo stipendio, non include le sue altre entrate ", ha spiegato Roca.

Tuttavia, l'avvocato ha rivelato un trucco fiscale che potrebbe aiutare Cristiano Ronaldo a pagare tasse così alte. Per fare ciò, l'attaccante dovrà concordare un contratto di un anno.

"Se Ronaldo firma con il Real Madrid per un anno, sarà tassato come cittadino straniero. Cioè, pagherà il 19% delle sue entrate allo stato spagnolo".

Tuttavia, Cristiano Ronaldo dovrà lasciare la Spagna prima del 30 giugno 2022. In caso contrario, l'aliquota fiscale verrà moltiplicata.

"Il Real Madrid dovrà conformarsi a Ronaldo se gli offrirà un contratto. Il club potrà pagargli uno stipendio netto inferiore se firma per un anno", ha aggiunto l'avvocato.  

Lascia un tuo commento

Devi effettuare il login prima di poter fare un commento