Accedi Registrati gratis

Messi: il mio sogno è vincere un'altra Champions League e sono nel posto perfetto per farlo

Messi: il mio sogno è vincere un'altra Champions League e sono nel posto perfetto per farlo

Lionel Messi è ora ufficialmente un giocatore del Paris Saint-Germain! Il maestro argentino è arrivato ieri a Parigi, si è sottoposto a visite mediche e sta già posando con la squadra della sua nuova squadra.

È stata organizzata anche la conferenza stampa di Messi, in cui risponderà alle domande giornalistiche come nuovo arrivato al PSG.

Questa dichiarazione ufficiale della leggenda del Barcellona era attesa con impazienza da migliaia di tifosi del PSG che si erano radunati davanti allo stadio per ascoltare cosa avrebbe detto una delle superstar del calcio moderno.

Quando Messi e la sua famiglia si sono avvicinati alla sala conferenze stampa, hanno iniziato a cantare "Messi, Messi!", mostrando quanto fossero eccitati dal giuramento dell'argentino al Parc des Princes.

Il presidente del club Nasser Al Khalaifi è stato il primo a parlare. Ha detto: "Oggi è un giorno storico per il calcio mondiale. Messi è l'unico giocatore che ha vinto 6 volte il Pallone d'Oro, il miglior giocatore del pianeta e per tutti noi e per tutti i tifosi è una grande felicità che lo faranno poterlo godere d'ora in poi. Abbiamo grandi ambizioni per il nostro progetto e ora finiscono con l'arrivo del miglior giocatore del mondo. Speriamo che Messi vinca molti trofei con i suoi nuovi compagni di squadra, che sono i migliori al mondo . Non dimenticherò la sede. Il direttore Leo (Leonardo) e tutti gli altri nel club. Fanno un lavoro straordinario per la squadra, per i tifosi e per la storia del club. Leo, grazie a te e alla tua famiglia per la fiducia e darti il ​​benvenuto nella tua nuova casa.

Dopo il discorso di benvenuto, per Leo Messi è arrivato il momento di dire qualche parola dopo il trasferimento dal Barcellona al PSG.

"Ciao, voglio ringraziare il presidente per le sue parole. Sono molto felice, tutti sanno come ho lasciato il Barcellona, ​​è stato molto difficile, dopo tanti anni in squadra. Difficile cambiare dopo tanto tempo . Tuttavia, la felicità è enorme ora, non vedo l'ora di potermi allenare e di essere coinvolto nel gioco rapidamente. Ora mi godo il tempo con la mia famiglia, ma voglio iniziare ad allenarmi e incontrare i miei compagni di squadra per iniziare questo nuovo fase della mia carriera. Voglio ringraziare il presidente, Leonardo e tutto il club per il modo in cui mi hanno trattato dall'inizio della trattativa con il Barcellona. Era una situazione difficile e apprezzo che tutto sia successo così rapidamente e facilmente con l'accordo. Voglio davvero, voglio continuare a vincere trofei. Questo è un club ambizioso ed è pronto a lottare per tutto. Questo è il mio obiettivo: continuare a vincere titoli. Voglio ringraziare il popolo di Parigi per essere arrivato, l'accoglienza su la loro parte è stata grandiosa. Combatteremo per tutti i titoli. Sono molto felice di essere qui , "ha detto il vincitore di 6 Palloni d'Oro.

"Sono molto contento di poter condividere uno spogliatoio con questi giocatori. Voglio iniziare a gareggiare con i migliori ed è sempre molto bello e bello", ha detto l'argentino e ha aggiunto: "Vengo dopo un mese in cui Non mi sono allenato e in cui ero free agent, quindi dovrò sicuramente fare io stesso una preparazione precampionato e quando sarò pronto inizierò a giocare. Non so la data della mia prima partita, dipenderà da come mi sentirò e da cosa deciderà lo staff tecnico.

Non ha mancato di parlare degli ultimi giorni, quando è apparso chiaro che non sarebbe rimasto a Barcellona: "Tutto quello che mi è successo nell'ultima settimana è stato difficile da un lato, ma allo stesso tempo emozionante. Senza lasciarmi alle spalle l'esperienza, ma sono entusiasta di questa nuova tappa che devo attraversare nello sport con la mia famiglia. Ho dovuto passare attraverso tutte queste sensazioni e ho dovuto accettare la situazione poco a poco".

Il presidente Al Khalifa, da parte sua, ha dichiarato: "Il nostro obiettivo è vincere ogni partita, ogni trofeo, e ora io e Leo siamo ancora più vicini a quell'obiettivo. Vogliamo lavorare e vincere titoli".

"Sono molto grato alla gente, è stato davvero pazzesco. Ero a Barcellona e la gente era già per strada. Voglio ringraziarvi e dire loro che ci divertiremo molto. Spero che questo sarà un buon anno per loro dal punto di vista sportivo", Messi ha ringraziato i tifosi, che si sono riuniti più volte in questi giorni per mandarlo dal Brasile e poi per accoglierlo al PSG.

Messi ha anche commentato la prestazione della sua nuova squadra in Champions League nelle ultime stagioni: "Ci sono momenti in cui hai la squadra migliore del mondo e ancora non vinci. Sappiamo quanto sia difficile la Champions League, lo sa anche il PSG, perché era molto vicino. Questa è una gara in cui sono presenti i migliori e dovremo avere un gruppo unito e forte, e solo allora ci vorrà un po' di fortuna. Non sempre i migliori vincono. Questa è una gara speciale e questo la rende così bella. Ecco perché tutti la amano. Sono arrivato in una squadra che è quasi finita. Negli ultimi anni era vicino alla vittoria della Champions League. Vengo per aiutare e dare il massimo, con più entusiasmo Il mio sogno è vincere un'altra Champions League e sono arrivato nel posto perfetto per poterlo fare.

Nasser Al Khalifa ha aggiunto: "La Champions League non è per niente facile e lotteremo per arrivare il più lontano possibile. Ora ci stiamo concentrando sul campionato e poi sulla Champions League, ma ovviamente questo è il nostro obiettivo. Rimaniamo calmi e ragionevole".

Il neo arrivato ai parigini ha anche svelato cosa ha influito sulla sua scelta di venire in Francia: "Ho amici e conoscenti nello spogliatoio. Guardando la squadra, ci si emoziona per i gol che sia io che PSG stiamo cercando. Spero che ora sono più forte. Conosco Di Maria e Paredes ed ero in contatto con loro. Sono stati un fattore nella mia scelta di venire qui. Sono arrivato perché ho amici al PSG. Il campionato francese è cresciuto molto negli ultimi anni e questo lo rende più competitivo. Le altre squadre vogliono battere il PSG e io farò una nuova esperienza in un altro stadio".

Non dimentica però da dove veniva: "Prima di partire, senza sapere dove stavo andando, avevo già detto che il Barcellona era la mia casa. Ho vissuto tante cose lì. Il club sapeva che sarei andato in una squadra competitiva. perché volevo vincere la Champions League. Voglio continuare a vincere titoli e il PSG vuole lo stesso. Non so se affronteremo il Barcellona. Da una parte sarà bello, spero di stare con la gente in tribuna , ma d'altra parte sarà molto strano giocare in casa con un'altra squadra. È una cosa che può succedere".

"Lì sono cresciuto a livello calcistico e ho maturato tanta esperienza, che mi ha fatto crescere come atleta e come persona. Ho questo obiettivo fin da quando ero bambino. Amo vincere e darò tutto per raggiungerlo. i miei obiettivi", ha aggiunto.

Al-Khalifa ha anche rivelato come il club ha agito nell'attrarre la stella: "Entrambe le parti volevano renderlo possibile. È successo tutto molto rapidamente. Quando abbiamo saputo che Messi non sarebbe rimasto (a Barcellona), abbiamo iniziato a parlare. Seguiamo sempre il fair play, ci consultiamo sempre con tutti i nostri avvocati. Se firmiamo con Messi, è perché abbiamo l'opportunità di firmare con Messi, altrimenti non lo faremmo. Ci sono molte cose positive che porterà al club. Noi sono cresciuti molto in questi tre giorni. Spero che Messi non voglia uno stipendio più alto, ma abbiamo sempre seguito le regole del fair play finanziario".

L'argentino non ha mancato di dire qualche parola sull'allenatore del PSG - Mauricio Pochettino: "Lo conosco da molto tempo. C'è stato un contatto tra di noi e abbiamo parlato. Tutto è andato molto bene fin dall'inizio. Lo staff tecnico e lo staff del PSG ha fatto molto per me per scegliere questo club.

"Con l'arrivo di Messi il campionato si alzerà di livello. Spero che aumentino i diritti TV e i partner commerciali. È incredibile che ora tutti vorranno vedere il PSG. Abbiamo aumentato il valore del nostro club e l'interesse per esso. Abbiamo la possibilità di lavorare per tutti, per la squadra, per i tifosi, per la città", ha detto il presidente del PSG.

"Quando ho parlato con Leonardo, ho detto solo che speravo che la mia famiglia si sarebbe adattata bene. Sono preparato, questa è un'esperienza nuova per me, ma il calcio è lo stesso ovunque. Ho degli amici nello spogliatoio che mi aiuteranno . Sono molto felice di iniziare questa nuova avventura e incontrare i miei nuovi colleghi. Tutto è nuovo per noi, ma sono pronto. Siamo in una città spettacolare e ci divertiremo. Siamo calmi e felici ", ha detto Messi a proposito come la sua famiglia si adatterà alla nuova situazione nella capitale francese.

Al termine della conferenza stampa, l'attaccante ha parlato di uno dei suoi nuovi compagni di squadra, Marco Verrati: "Ha dimostrato di essere un grande giocatore. Il Barça lo voleva da tanti anni. Adesso è successo il contrario, sono venuto qui per giocare con lui. È un fenomeno e un ragazzo straordinario. Nello spogliatoio tutti sono tra i migliori al mondo e spero di poter aiutare a raggiungere l'obiettivo desiderato del PSG.

Dopo la dichiarazione ai media, Messi ha posato con la sua nuova maglia del PSG. Nel grand francese indosserà № 30 sulla schiena. Questo è stato il primo numero dell'argentino quando ha giocato per il Barcellona.

Lascia un tuo commento

Devi effettuare il login prima di poter fare un commento