Accedi Registrati gratis

Deja Vu: Juventus e Ronaldo nuovamente fuori in Champions League, dramma con i tempi supplementari contro il Porto 

Deja Vu: Juventus e Ronaldo nuovamente fuori in Champions League, dramma con i tempi supplementari contro il Porto

Dopo uno sviluppo estremamente drammatico, il Porto ha eliminato la Juventus agli ottavi di Champions League. I Dragons hanno perso 16-2 ai tempi supplementari, ma avanzano comunque ai quarti di finale dopo più gol in terra straniera rispetto al loro avversario. 

Grande delusione per i bianconeri, che hanno giocato con un uomo più in campo che al 54 ', quando Taremi è stato espulso con un secondo cartellino giallo dopo aver calciato forte il pallone quando il gioco è stato interrotto. Questo è successo con un punteggio di 1: 0 a favore del portoghese. La Juventus ha reagito velocemente e ha segnato due gol con un'ottima partita Federico Chiesa e ha messo pressione in cerca della vittoria. Sfortunati anche gli italiani che hanno colpito due volte la traversa. 

Questo ha portato agli straordinari in cui la Juventus non è mai riuscita ad aumentare il proprio vantaggio, nonostante giocasse con un uomo da molto tempo. Invece, il Porto ha segnato su punizione diretta di Oliveira al 115 '. Poi la "vecchia signora" è andata ancora più avanti e ha subito segnato uno dei due gol richiesti con Rabio, che ha intercettato un colpo di testa su calcio d'angolo. 

Alla fine i bianconeri non hanno smesso di attaccare, ma il gol non è mai arrivato, perché la Juventus ha vissuto un'altra delusione in Champions League, ritirandosi presto. Il grande protagonista della squadra Cristiano Ronaldo non ha avuto una giornata e non è riuscito ad aiutare la sua squadra. 

COMPORRE 
Juventus: Szczesny, Alex Sandro, Demiral, Bonucci, Quadrado, Arthur, Ramsey, Rabio, Chiesa, Ronaldo, Morata Porto: Marquez, Pepe, Uribe, Taremi, Marega, Zaidou, Corona, Manafa, Mbemba, Ottavio, Oliveira DOVE GUARDARE JUVENTUS - PORTO NELLA CHAMPIONS LEAGUE? SECONDO

CONTINUAZIONE 
115 2:21 Gli ospiti si fanno avanti magicamente nel risultato. Hanno avuto il diritto di tirare un calcio di punizione diretto. Oliveira ha ingaggiato una prestazione di quasi 30 metri e ha tirato a terra, e Szczesny non è intervenuto e la palla è caduta nella sua rete. 

117 3: 2! Due minuti dopo, la Juventus ha riacquistato le speranze dopo che Rabio ha intercettato un colpo di testa su calcio d'angolo. 

PRIMA CONTINUAZIONE 
Nei primi 15 minuti supplementari, il Porto ha dimostrato che proverà a segnare, anche se in campo è una persona in meno. La Juve controlla ancora di più la palla e prova ad attaccare, ma ancora una volta ha avuto difficoltà nella fase finale e non è riuscita a creare una posizione più pulita. 

SECONDO TEMPO 
49 1: 1! 4 minuti dopo l'inizio del secondo tempo, la Juventus finalmente è riuscita a rendersi conto. Bonucci ha portato Ronaldo in area di rigore, e ha unito con il petto a Chiesa, che con un tiro preciso ha trovato l'angolo in alto a sinistra della porta di Marquezino. 

Al 54 ', gli ospiti sono rimasti con un uomo in meno, dopo che l'unico giocatore del Porto con un cartellino giallo in campo ha ricevuto un secondo ammonimento ufficiale. Marega ha calciato con rabbia il pallone in aria quando il gioco si è fermato, cosa che ha provocato l'arbitro ad espellerlo. 

Solo 3 minuti dopo, i bianconeri hanno colpito la traversa dopo che Chiesa ha superato il portiere, ma ha preso la palla troppo a lungo. Là è intervenuto Pepe, poi la palla deviata sul palo laterale. 

63 2: 11 La "vecchia signora" ha ribaltato completamente il match, dopo che Cuadrado ha fatto un altro ottimo cross, intercettato da un colpo di testa di Chiesa. La palla è andata vicino alle mani di Marquez, ma non ha potuto reagire, perché il tiro era abbastanza forte e vicino. 

All'82 'la Juventus organizza un contropiede in velocità, completato da Chiesa. L'italiano era vicino alla tripletta, ma è rimasto solo contro Marquezino, gestito dalla guardia degli ospiti. Pochi secondi dopo, Sar dei Draghi sparò con forza da lontano, ma intervenne Szczesny. 
Nel primo minuto di recupero Morata si è portato alle spalle della difesa avversaria ed è riuscito a superare la guardia avversaria per firmare. Tuttavia, la bandierina dell'arbitro è stata immediatamente alzata e l'obiettivo è stato annullato correttamente. 

Al 3 ° minuto di recupero i giocatori di Andrea Pirlo sono nuovamente sfiorati alla vittoria, dopo che Cuadrado è entrato e ha tirato con il sinistro più debole, ma il suo tiro è rimbalzato sulla traversa. 

PRIMA METÀ 
Al 3 'un'ottima occasione per i padroni di casa di portarsi in vantaggio dopo che Juan Cuadrado ha centrato in maniera magnifica Alvaro Morata in area di rigore. Lo spagnolo ha sparato di testa, ma proprio dov'era Marquez. 

Solo pochi minuti dopo, gli ospiti hanno risposto in modo appropriato. I "Dragoni" creano un forte scompiglio in area di rigore della Juventus e portano addirittura a un colpo di testa di Taremi sulla traversa. 

Al 17 ', l'arbitro ha concesso un rigore dopo che Merich Demiral era in ritardo con il suo intervento in area di rigore e ha fatto inciampare un avversario. Oliveira ha preso in mano la prestazione e ha mandato Szczesny all'altra curva. 19 0: 1! 

Al 27 'Morata ha di nuovo un'ottima occasione dopo un difensore del Porto sospeso in aria. Tuttavia, lo spagnolo è stato rapidamente chiuso dal portiere Marquez e gli ha sparato. 

Alla fine del tempo, la Juventus non è mai riuscita a creare una posizione da porta netta, poiché gli ospiti hanno difeso in modo compatto e non hanno consentito spazi in difesa. Allo stesso tempo, hanno sfruttato ogni occasione per contrattaccare tra i diluiti difensori della "vecchia signora". 

PRIMA DEL DUELLO 
I campioni d'Italia della Juventus affrontano il Porto nella rivincita degli 1/8 di finale di Champions League. I bianconeri hanno perso la prima partita 1: 2 e dovranno invertire lo sviluppo dello scontro se non vorranno dire addio al loro sogno del trofeo in anticipo. La Juve ha perso per la quarta volta consecutiva la prima gara agli ottavi di finale, ma si è qualificata ai quarti nelle ultime tre stagioni. 

Il Torino è in buona forma in casa e in Serie A ha 7 vittorie casalinghe consecutive. La partita per la Juventus mancherà al malato di coronavirus Rodrigo Bentancourt, Danilo, penalizzato per accumulo di cartellini gialli, nonché agli infortunati Paulo Dybala e Matthias de Licht. Arthur è in questione. Il grande protagonista Cristiano Ronaldo sarà in linea per lo scontro. 

Il Porto ha vinto solo tre delle ultime nove partite, sebbene sia andato in vantaggio cinque volte. Gli ex allievi di Sergio Conceicao abbandonano la Coppa del Portogallo, ma tornano sulla retta via dopo la vittoria per 2-0 su Gilles Vicente. Il portiere permanentemente infortunato Mohamed Mbaye ha saltato la partita, e Pepe, Jesus Korona e Chancel Membba sono in discussione. 
 

Lascia un tuo commento

Devi effettuare il login prima di poter fare un commento