Accedi Registrati gratis

Entro la fine del mese adotteranno il nuovo format della Champions League

Entro la fine del mese adotteranno il nuovo format della Champions League

Un nuovo format della Champions League con 36 squadre e dieci partite della fase a gironi dal 2024 può essere approvato e adottato questo mese, ha rivelato il presidente dell'Associazione dei Club Europei (AEK) Andrea Agnelli.

Anielli ha annunciato di aspettarsi la questione di come verranno distribuite le quattro quote aggiuntive nelle prossime settimane, dopodiché la Uefa concorderà le riforme che porranno fine all'idea di una Super League Europea. Il Segretario Generale UEFA Giorgio Marchetti ha commentato le voci sulla Super League durante la sua dichiarazione all'Assemblea Generale dell'AEK. "Le cooperative possono andare perse quando si perseguono idee insidiose con il pretesto della sopravvivenza, della crescita e delle esigenze aziendali", ha affermato Marketti.


Il nuovo formato della Champions League si basa sull'idea del CEO dell'Ajax Edwin van der Sar, e nella prima fase della competizione le squadre giocheranno ora dieci partite contro rivali a diversi livelli. In questo modo verrà predisposta una classifica generale, che insieme ai playoff determinerà i partecipanti alla fase eliminatoria in primavera. Gli Europei vogliono che i quattro posti in più vengano assegnati ai campioni dei pesi medi, che attualmente devono giocare nei playoff, ma è più probabile che due delle quote vengano impostate come "wild card" e riservate ai campionati più forti . avere un quinto partecipante al torneo.

Con il nuovo formato, le squadre avranno un maggiore coinvolgimento in Europa e, secondo Agnelli, questo può essere compensato riducendo il numero di squadre nei campionati nazionali. "Stiamo cercando di raggiungere un equilibrio di un terzo delle partite internazionali e due terzi delle partite del campionato nazionale. Crediamo che per avere un buon equilibrio, 20 squadre in un campionato siano troppe", ha detto il presidente della Juventus. .

Allo stesso tempo, Agnelli ha accennato alla preparazione di altri gravi cambiamenti nel calcio europeo, tra cui il divieto di trasferimenti tra le squadre leader del continente. "Il momento è buono per le grandi decisioni. Dobbiamo pensare a una vasta gamma di riforme. Possiamo pensare a un sistema di trasferimento in base al quale le squadre sono classificate in determinati gruppi e non saranno in grado di acquistare giocatori l'una dall'altra. Questo migliorerà indirettamente. solidarietà con gli altri. squadre e metterà fine ai trasferimenti a nove cifre tra le squadre che partecipano alla Champions League. Stiamo discutendo di questi elementi ", ha spiegato Anieli.

Lascia un tuo commento

Devi effettuare il login prima di poter fare un commento