Accedi Registrati gratis

Un tribunale di Milano ha confermato la condanna di Robinho per stupro

Un tribunale di Milano ha confermato la condanna di Robinho per stupro

Confermata dalla Corte d'Appello di Milano la condanna a nove anni per lo stupro del brasiliano Robinho.

La donna è stata violentata il giorno del suo 23 ° compleanno in una discoteca di Milano nel 2013, quando Robinho suonava a Milano. 

 
Nel 2017, Robinho e altri cinque uomini sono stati condannati. Nel dicembre 2020, la decisione del tribunale è stata confermata, ma ancora una volta ha impugnato la decisione. 

L'ex cittadino brasiliano ha 45 giorni di tempo per presentare ricorso alla Corte Suprema d'Italia. Finché ci sono opportunità di appello, Robinho non andrà in prigione. 

Confermata anche la sentenza dell'amico Ricardo Falco. Robinho ha ammesso di aver avuto contatti con la donna, ma di comune accordo. Ha detto che dopo che se n'è andato, anche i suoi amici hanno avuto contatti sessuali con lei, aggiungendo che non poteva parlare a loro nome. 

Le prove chiave utilizzate per condannare l'ex stella del Real Madrid includono telefonate tra Robinho ei suoi amici. Si dice che Robinho abbia detto che la donna "era completamente ubriaca". Ma il team legale del brasiliano ha detto che i messaggi sono stati tradotti male in italiano.

In un'intervista, Robinho ha detto alla brasiliana UOL: "La ragazza si è rivolta a me, abbiamo iniziato ad avere contatti con il suo consenso e anche il mio ... poi sono tornato a casa. Quando si è avvicinata, non era ubriaca perché ricorda il mio nome. , lei ricorda chi sono. Una persona che beve non ricorda niente. Ricorda. "

Lascia un tuo commento

Devi effettuare il login prima di poter fare un commento